COMUNICATO STAMPA DEL 20/03/2016

COMUNICATO STAMPA DEL 20/03/2016

SOS MEDITERRANEE prosegue la sua missione sino a dicembre 2016!

193 vite salvate in tre settimane: un bel risultato

Con 193 vite salvate nonostante le condizioni metereologiche difficili, la prima rotazione dell’Aquarius (26 febbraio – 18 marzo), nave noleggiata dall’associazione SOS MEDITERRANEE  per soccorrere le imbarcazioni dei rifugiati in difficoltà al largo delle coste libiche, è già un bel risultato ed una vera avventura umana.  L’operazione avrebbe dovuto fermarsi il prossimo 30 aprile, essendo stato firmato per soli tre mesi il contratto di noleggio delle nave.

 

8 mesi di prosecuzione dell’operazione: un imperativo

 

Forti di questa prima esperienza e considerato il numero delle vite da potere salvare, l’associazione ha deciso di proseguire la sua missione sino alla fine dell’anno.

Primavera ed estate sono i periodi caratterizzati  dall’aumento considerevole dei tentativi di attraverare il Mediterraneo per raggiungere l’Europa.

 

“Bisogna continuare, è indispensabile. Siamo convinti che con il sostegno di tutti ci potremo arrivare”, ritiene Klaus Vogel, presidente e cofondatore di SOS MEDITERRANEE.

Il capitano dell’operazione chiama tutti gli attori della società civile- cittadini, imprese, mecenati, associazioni e gli enti pubblici a sostenere economicamente questa iniziativa, per consentire a SOS MEDITERRANEE di potere continuare ad agire sino alla data stabilita. Noi invitiamo altresì i media a rilanciare il nostro appello per le donazioni sul nostro sito web: http://sosmediterranee.org/supportaci/effettua-una-donazione/?lang=it

 

Qualche info su “SOS MEDITERRANEE”:

SOS MEDITERRANEE è un’associazione fondata  nel 2015 da un gruppo di cittadini europei, decisi ad agire di fronte alla tragedia dell’enorme numero di persone annegate ripetitivamente nel mar Mediterraneo (3.771 morti nel 2015 che la rende la rotta migratoria più pericolosa al mondo).

L’associazione è apolitica ed ha un solo imperativo: salvare delle vite in mare.

Grazie ad una mobilitazione eccezionale della società civile europea, SOS MEDITERRANEE  ha noleggiato una nave di 77 metri, l’Aquarius, per una prima campagna in mare della durata di tre mesi. Le operazioni di salvataggio, iniziate a fine febbraio al largo delle coste libiche, sono in partenariato con Medecins du Monde che si occupa degli aspetti sanitari a bordo.

Ogni giorno in mare dell’Aquarius costa 11.000 euro, per potere pagare il noleggio della nave, del suo equipaggio, il carburante e l’insieme delle attrezzature necessarie per accogliere, nutrire e curare i rifugiati.